Categories

Guarda Isola dei Famosi, Elisa Isoardi ferita a un occhio: l’incidente in diretta su Internet

Draghi, conferenza stampa su riaperture oggi: cosa ha detto

Draghi, conferenza stampa su riaperture oggi: cosa ha detto

Zona “fortificata” ingiallita e riapertura di cinema, ristoranti e palestre, poi frequenza scolastica, decreto aiuti e risorse finanziarie per le attività colpite dalle chiusure per crisi coronavirus in Italia. Tante le notizie annunciate oggi dal premier Mario Draghi in conferenza stampa, che ha annunciato il 26 aprile come data di inizio per la ripresa del Paese. “Penso che possiamo guardare al futuro con ragionevole ottimismo e fiducia in noi stessi”, ha spiegato il primo ministro. “L’introduzione della zona gialla è prevista per il 26 aprile. La priorità è data alle attività outdoor, seguite da pranzo e cena e cena, e dalle scuole. Riaprono tutte le scuole presenza nella zona gialla e arancione. Nella zona rossa ci sono modi per condividere tra l’istruzione faccia a faccia e l’apprendimento a distanza “, ha spiegato il primo ministro. Con l’introduzione della zona gialla potenziata dal 26 aprile riaprono “scuole, ristoranti, musei, teatri, cinema, spettacoli, manifestazioni sportive, piscine, palestre, attività sportive, fiere, convegni, terme, parchi divertimento”. “Con le decisioni odierne – ha spiegato – il governo rischia il rischio sulla base dei dati, che stanno migliorando. Le risorse che governano i comportamenti nelle attività riaperte devono essere scrupolosamente osservate. Così il rischio ragionato diventa ‘occasione'”, dice Draghi. “Abbiamo preso questa decisione sulla base dei dati. Il calo delle curve è continuo ma meno evidente di quanto potessimo aspettarci”, ha detto Draghi, illustrando le graduali aperture decise dal governo. “È un passo che facciamo con la comodità dei dati, in particolare la decisione di favorire le attività all’aria aperta”. “Non credo ci siano prove scientifiche alla base delle misure prese. Avendo privilegiato le attività esterne sulla base di dati scientifici, il numero di contagi è molto basso; si è provveduto a ritardare il ritiro di alcuni vaccini. Sulla base delle attività scientifiche. Sembra per me, quello considera la base scientifica delle decisioni prese, a causa dell’allontanamento, è abbastanza ovvio “, ha sottolineato.” Il criterio adottato nel primo comma “sulla destinazione dei fondi” è quello del fatturato, che ha destato perplessità. Il Mef prevede anche di aggiungere un criterio di profitto, la base imponibile per vedere i soggetti più colpiti dalla pandemia “, ha aggiunto. Nell’economia” avremo un fortissimo rimbalzo nei prossimi mesi e poi dovremo decidere per un livello di crescita che ci permette di uscire da un debito elevato. Il rimbalzo è certo, non è certo quanto sarà forte, ciò su cui dobbiamo lavorare è fare in modo che dopo la ripresa continueremo a crescere fino alla necessità di tornare ad essere un Paese in crescita “, ha sottolineato. riapertura scuole “Sono stanziati 390 milioni per un programma di trasporto pubblico locale da attuare con le Regioni, ci sono limiti al 50% ma molto è stato fatto. C’è ancora una parte da spendere, poi passeremo allo Stato Regioni e ascolteremo le iniziative delle Regioni. “Tornare” sulla strada della riapertura “è piccolissimo, bassissimo. Malattia diversa”, Draghi “Con la decisione odierna, il governo ha assunto un rischio motivato basato su dati che migliorano, ma non drasticamente. Migliorando. Questo rischio che il governo ha assunto, che certamente soddisfa le aspettative dei cittadini, si basa su una premessa: quei comportamenti le attività aperte vengono osservate scrupolosamente, le maschere e le distanze restano ”. Lo ha affermato il presidente del Consiglio, Mario Draghi. , in un comunicato stampa. “Sarà necessario – ha aggiunto – sensibilizzare soprattutto le autorità”, a cominciare dalle autorità locali, e “dalle forze dell’ordine, affinché questi comportamenti siano rispettati”. Le riaperture, ha detto Draghi, rappresentano “una straordinaria opportunità per l’economia e la nostra vita sociale”. “La condizione necessaria è che le regole di investimento siano semplificate, questo vale per il PNNR e il Fondu che lo accompagna quindi ”, ha detto il presidente del Consiglio. sarà speso con la stessa velocità, non è una serie B ma un canale di serie A”, ha spiegato. “Il ministro Giovannini, che ringrazio, e io ho nominato 57 commissari per 57 opere infrastrutturali – ha spiegato ancora Draghi intervenendo in conferenza stampa -. Queste – ha spiegato il premier – erano opere già finanziate e valutate, in attesa di essere realizzate. Il ministro ha predisposto un calendario che indica con esattezza la data di apertura dei cantieri. “L’ampiezza del gap” in Budget è “di 40 miliardi e il ritorno del deficit vedrà solo il 3% nel 2025. È una scommessa aumentare: se è quello che ci aspettiamo da questi mezzi, questa scommessa vinceremo senza nemmeno pensare a una manovra corretta “, ha detto ancora Draghi.” È una scommessa sul buon debito. Finora non si tratta più di debiti o no, dobbiamo. In questo momento deve essere ben investito, gli investimenti sono stati ben identificati e devono essere ben progettati e implementati. “Non ho chiesto l’unità, non c’è bisogno di farlo”, ha detto Unity, “l’unità dell’esecutivo in una conferenza stampa.” L’atmosfera nel governo è eccellente e può essere confermata da qualsiasi ministro di questo governo. “, ha proseguito. Le consultazioni con le parti” sono una straordinaria occasione di scambio, idee e contatti con il Parlamento. Questo governo è nato circa 3 mesi fa e le risorse che doveva fare erano tante e molto significative. La comunicazione con il Parlamento risente certamente di questa pressione di risorse. Oggi intendiamo dare ulteriore impulso a questa comunicazione con le consultazioni che ho fatto e che farò ”, ha proseguito Draghi.

  DDL Zan, Salvini scrive a Fedez e Zorzi: "Incontriamoci e parliamone"
Confidentialite - Conditions generales - Contact - Publicites - Plan du site - Sitemap